Tempo di lettura 2’15’’

Quali sono le ragioni che spingono il consumatore a optare per un prodotto piuttosto che un altro? Che tipo di reazioni ha quando si trova di fronte a prodotti dello stesso tipo ma che presentano un imballaggio differente? Conoscere il parere dei consumatori significa capirne esigenze e motivazioni che lo spingono a fare una scelta piuttosto che un’altra. Per queste ragioni noi di Gruppo Fabbri abbiamo chiesto a ISPO Ricerche di svolgere un’indagine quantitativa internazionale su ampi campioni rappresentativi dei responsabili degli acquisti nelle famiglie in Italia, Francia, Germania, Spagna, Regno Unito. L’indagine, effettuata attraverso interviste online su cinquecento individui a campione, ha lo scopo di capire in particolare se chi acquista la carne dal banco frigo, quindi già porzionata, percepisce la differenza tra confezionamento MAP o Stretch e quali dei due preferisca.

Il dato che emerge è che il confezionamento di tipo Stretch è preferito dal 44% degli intervistati, mentre il 33% sceglie quello di tipo MAP, il 15% li ritiene uguali e l’8% decide in base al tipo di carne presente nella confezione. Analizzando le differenze tra i diversi paesi, appare come lo stretch prevalga ovunque, in particolare in Germania, con la sola eccezione della Spagna.

ddd

Le ragioni di questa scelta si basano sulla diversa percezione che i consumatori hanno dei due tipi d’imballaggio, data dalle loro caratteristiche intrinseche e non tanto dalla capacità di conservazione della carne, ritenuta la stessa per entrambe.
Il confezionamento Stretch è valutato come più ecologico, in virtù del minor quantitativo d’imballaggio. Inoltre lo stretch permette una valutazione migliore e più immediata delle caratteristiche qualitative della carne.

Il confezionamento in atmosfera protettiva è visto come più robusto e adatto al trasporto, in grado quindi di offrire alla carne una maggiore protezione. È percepito anche come più igienico, dato che la pellicola non tocca la carne imballata.

ddd1

L’aspetto più interessante che la ricerca esprime è l’omogeneità delle opinioni, simili in tutti i paesi analizzati, con una leggera preferenza in Germania per lo stretch e in Spagna per il MAP. Questo mostra quindi come il consumatore reagisca nello stesso modo, dall’Italia al Regno Unito, di fronte a queste due diverse opzioni di scelta. Fortunatamente un consumatore attento ed esigente, proprio mostrando coerenza e convinzione nelle proprie valutazioni, permette all’azienda di offrirgli prodotti sempre più adeguati, in grado di soddisfare i suoi bisogni nel migliore dei modi. E il nostro obiettivo è proprio andare, ogni giorno di più, in questa direzione.

Per maggiori informazioni su questa ricerca contattare il dott. Hendrik Jan Bartels – Director Global Sales & Marketing (h.bartels@gruppofabbri.com)

Fabbri Group

Author Fabbri Group

More posts by Fabbri Group