Tempo di lettura 2’10”

“Negli ultimi mesi nei Paesi Bassi si è registrato un aumento significativo del numero di applicazioni skin in atmosfera protettiva. Si tratta di una tendenza nata nel Regno Unito dove le confezioni skin nei supermercati risultano già largamente diffuse” dice Arjan Hagoort, Direttore Commerciale di Bliston Packaging.

Arjan Hagoort

Negli ultimi anni si è spesso parlato del grande successo del confezionamento skin nel Regno Unito. Sebbene abbia fatto la sua comparsa sul mercato già nel secolo scorso, soltanto di recente i consumatori hanno iniziato ad apprezzare questo tipo di packaging. Anche nei Paesi Bassi la maggior parte dei fornitori di materiali per il confezionamento alimentare, come Bliston Packaging, si sta quindi orientando verso questo tipo di soluzione progettando accessori specifici come vassoi di vario genere adatti allo scopo.

“Lo skin rappresenta un vero e proprio trend nel settore packaging e specialmente l’industria della carne fresca si sta concentrando su questo tipo di soluzione. Il suo più grande vantaggio è che i prodotti, confezionati senza utilizzo di gas o aria, in questo modo durano molto di più sugli scaffali rispetto a quelli trattati con le tradizionali tecnologie di packaging in atmosfera protettiva: possono durare fino a 10 giorni o anche più!” continua Arjan Hagoort.

Nel confezionamento skin la pellicola viene fatta aderire attorno al prodotto tramite tecnologia sottovuoto e successivamente sigillata al supporto inferiore al fine di assicurare la chiusura ermetica della confezione: la pellicola diventa così come una seconda pelle (“skin”) per il prodotto. Inoltre, nel caso della carne rossa fresca, questo tipo di confezione avvia un addizionale processo di stagionatura della carne che risulta di grande beneficio per la qualità del prodotto.

Un’altra caratteristica positiva dello skin è l’aspetto esclusivo che dona al prodotto confezionato, e quindi al marchio che la propone. L’alimento resta infatti fermo sul vassoio, senza rilasciare umidità o acqua durante il ciclo di vita sullo scaffale. Grazie allo skin packaging, dunque, i prodotti possono venire esposti sugli scaffali anche in verticale o inclinati.

I principali componenti delle confezioni skin, oltre al cibo naturalmente, sono:
• una pellicola idonea
• un supporto o vassoio idoneo a contenere il prodotto
• una macchina tray-sealer con caratteristiche adeguate a questo tipo di confezionamento.

Pellicole adatte allo skin packaging sono prodotte da numerosi fornitori quali Sealed Air-Cryovac, Bemis, Suedpack e altri. Bliston Packaging ha invece sviluppato una serie di vassoi skin adatti al confezionamento di carne e pesce in PET e RPET, con specifici rivestimenti interni ad alta barriera contro l’ossigeno e film “easy peel”. Inoltre Bliston Packaging è orgogliosa della propria collaborazione con Cryovac® al fine di creare uno skin layer appropriato per i vassoi PET già esistenti.

Gruppo Fabbri fornisce macchine tray-sealer compatibili con la tecnologia di confezionamento skin.

Per maggiori informazioni sul confezionamento skin nei Paesi Bassi, potete contattare Bliston Packaging:
Bliston Packaging BV
Tabaksplanter 7
3861 SH Nijkerk
The Netherlands
Tel.: +31 33 461 54 51

Contatti:
Arjan Hagoort – Commercial Director
Tel.: +31 6 23782986
E-mail: a.hagoort@bliston.nl

Bart Hendrix – Account Manager
Tel.: +31 6 30614705
E-mail: b.hendrix@bliston.nl

 

Fabbri Group

Author Fabbri Group

More posts by Fabbri Group